Welfare: Toma, decisioni importanti sui fondi relativi a persone con disabilità, per le politiche della famiglia e sulle risorse per il sostegno all’accesso ad abitazioni in locazione
Luglio 7, 2022
Laboratorio Sanità 20/30 Campania, Toma: far nostro nuovo concetto di salute
Luglio 7, 2022

Il sindaco di Isernia assegna le deleghe ai consiglieri: a Nicolina Del Bianco le più “pesanti”

Il primo cittadino di Isernia, Piero Castrataro



Il sindaco di Isernia Piero Castrataro ha firmato i decreti con i quali ha assegnato le deleghe a nove consiglieri di maggioranza. Le nomine erano attese da oltre un mese. I consiglieri collaboreranno con il primo cittadino senza creare sovrapposizioni con gli assessori ma integrando la collaborazione su materie attinenti, nell’esame e nello studio di argomenti specifici. I nove consiglieri dovranno formulare al sindaco proposte e soluzioni. Le deleghe più importanti, quelle più “pesanti”, come si dice in gergo politichese, sono state assegnate a Nicolina Del Bianco (Isernia Futura): personale, Por Molise, area interna, area urbana, regolamentazione e tutela dei boschi e delle terre civiche e democrazia partecipativa. Un riconoscimento del sindaco Castrataro a una sua fedelissima. Si tratta di deleghe molto importanti, di gran lunga superiori a quelle di qualsiasi assessore. Segno evidente che di Nicolina Del Bianco il sindaco si fida ciecamente. A Michele Antenucci sono andate le deleghe: trasformazione digitale, ricerca e innovazione e smart city. A Elvira Barone del movimento 5 stelle: tutela e valorizzazione della natura, della biodiversità e delle aree protette. A Sara Battista: agricoltura e sviluppo rurale. A Marilena Montaquila: patti di collaborazione comune, scuola, associazioni e comitati dei genitori. A Alessia Panico: rapporti tra commercianti e abitanti del centro storico. Ad Alex Paniccia promozione del benessere psicologico. A Fabio Toto è andata la delega al commercio. Infine, la delega molto attesa è quella che è stata assegnata a Claudio Falcione: il museo civico. Un importante riconoscimento per Falcione che si dovrà rimboccare le maniche per rimodulare le sezioni presenti al museo, soprattutto quella del ricordo del Bombardamento del 10 settembre 1943. Sarà allestita un’ala dedicata alla medaglia d’oro Tullio Tedeschi con nuovi pannelli a colori che descriveranno minuziosamente la battaglia di Suda che è valsa all’eroe isernino l’ambita medaglia d’oro. Sono previste nuove scenografie anche per la sezione del bombardamento del 1943. Al riguardo Falcione ha allacciato contatti con Luciano Bucci, uno dei principali esperti molisani del settore, presidente dell’associazione culturale Winterline da sempre impegnato nel preservare la memoria storica della Seconda guerra mondiale, che collaborerà per la rimodulazione dell’area museale con nuove divise dei soldati inglesi, americani, tedeschi, oltre a tante altre sorprese. A settembre il museo avrò un volto tutto nuovo. Una vetrina importante per la città d’Isernia. Il museo civico ogni anno è visitato da migliaia di visitatori. Per questo motivo la delega assegnata dal sindaco Castrataro a Claudio Falcione è il giusto riconoscimento a un consigliere che ha vissuto sin dal primo momento le fasi della realizzazione del museo civico a stretto contatto con uno dei principali organizzatori l’architetto Giuseppe Ramunno, suo stretto parente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.