Progetto di sviluppo turistico integrato del territorio dell’Alto Medio Sannio: tra gli obiettivi una rete di operatori pubblici e privati, una guida turistica in doppia lingua e una card con vantaggi per i visitatori
Aprile 16, 2022
Agnone: nasce “Una voce per amico”, progetto dei ragazzi della CRP “La Conca”
Aprile 16, 2022

Isernia: il sindaco Castrataro scrive al Commissario ad acta per la sanità Toma. Lettera aperta



Ad un mese esatto dal consiglio monotematico sulla sanità, l’amministrazione Comunale di Isernia ha redatto una lettera aperta in cui richiama il Commissario-Presidente Toma per non aver ancora rispettato gli impegni presi di fronte al consiglio comunale.

“A distanza di un mese esatto dal consiglio monotematico sulla sanità, formula le seguenti richieste:

1) avendo appreso da nota allegata che dal 1 maggio sarà chiusa la medicina nucleare del Cardarelli di Campobasso per montare la nuova gamma camera, e avendo appreso che i lavori per la medicina nucleare del di Isernia, se iniziassero, potrebbero essere conclusi entro un mese, chiede di posticipare la messa in funzione della nuova gamma camera a Campobasso per il tempo strettamente necessario a terminare i lavori del Veneziale, in modo tale da evitare di arrecare un eccessivo disagio ai pazienti, privati delle prestazioni sanitarie;

2) chiede inoltre di conoscere perché alla Cardiologia di Isernia è stato affidato un solo cardiologo, peraltro già in servizio a tempo determinato, pur essendo in proporzione tale servizio quello che esegue il maggior numero di interventi in emodinamica, restando, pertanto, immutate tutte le difficoltà e le criticità ampiamente espresse e ben note;

3) chiede infine di conoscere perché, nonostante il tempo trascorso dal noto Consiglio monotematico, dove assunse dinanzi ai rappresentanti tutti della città di Isernia l’impegno di seguire la vicenda, ad oggi, ancora non è stato emanato il bando per il reclutamento dei docenti per il corso di laurea in Infermieristica, con ricadute estremamente negative per Isernia, che rischia di perdere 270 studenti, ancora una volta spogliata del ruolo di centro universitario.
Si resta in attesa di un urgente riscontro, attesa la rilevanza assoluta delle questioni poste, formulando con l’occasione gli auguri per la Santa Pasqua”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.