Campobasso. Evento finale del progetto “Video-NArrazione Sociale per la promozione di empowerment tra i giovani – (Vi.Nar.S. – Empowerment)”
Maggio 24, 2022
Sanità, Primiani (M5S): concreto rischio di chiusura per pediatria a Isernia e Termoli. Florenzano intervenga o si dimetta
Maggio 24, 2022

Campobasso. Francesco Di Costanzo e Domenico Bonaventura presentano il libro “Digitale, la nuova era della comunicazione e informazione pubblica”



Francesco Di Costanzo, presidente PA Social e Fondazione Italia Digitale, e Domenico Bonaventura, giornalista e Area Comunicazione Istituzionale Formez PA Social, presenteranno il loro ultimo testo, edito da Giunti, dal titolo “Digitale, la nuova era della comunicazione e informazione pubblica”, giovedì 26 maggio, alle ore 15.30, presso la Sala Fermi della Biblioteca dell’Università degli studi del Molise a Campobasso.

L’evento è organizzato dal Comune di Campobasso, dall’Associazione Alumni Unimol, dall’Ordine dei Giornalisti del Molise, da PA Social e dalla libreria Giunti al Punto di Campobasso.

Oltre agli autori Di Costanzo e Bonaventura, animeranno il dibattito, moderato da Manuela Garofalo, giornalista, consulente di Comunicazione e docente Unimol, l’assessore alla Cultura del Comune di Campobasso, Paola Felice, il presidente dell’Associazione Alumni Unimol, Patrizia Santella, e il presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Molise, Vincenzo Cimino.

La frase di Nelson Mandela, “Sembra sempre impossibile finché non viene fatto”, rende l’idea della situazione del mondo della comunicazione e informazione pubblica nel 2015, quando parlare di utilizzo di social network e chat per il servizio al cittadino sembrava da “visionari”, un muro troppo altro da abbattere per il mondo della Pubblica Amministrazione italiana. Nel testo di Di Costanzo e di Bonaventura viene però raccontata un’altra storia, un’idea che è diventata realtà e che, a suo modo, ha segnato l’inizio di un cambiamento e di un passaggio culturale nel lavoro quotidiano di giornalisti e comunicatori e più in generale del rapporto tra enti e aziende pubbliche e cittadino. È la storia di PA Social, la prima associazione nazionale dedicata alla comunicazione e informazione digitale, la prima nel suo genere a livello internazionale. Una storia che parte nel 2015 e arriva a oggi, con un modello italiano da sostenere e rendere sempre più la normalità del nostro settore pubblico. Una storia che ha come protagonisti migliaia di persone e professionisti in tutta Italia. Un racconto che parte dalla Stazione Termini di Roma per poi coinvolgere tutto il Paese, tra aneddoti, consigli, esperienze nazionali e internazionali, buone pratiche, appunti e obiettivi per il presente e il futuro. Dai primi esempi di comunicazione digitale alla pandemia, dal percorso per il riconoscimento delle professionalità del digitale ai nuovi modelli organizzativi del lavoro. In queste pagine troverete il filo che lega le prime esperienze dei pionieri dell’utilizzo dei social network per l’utilità del servizio pubblico all’attualità, l’era matura della comunicazione e informazione digitale. E proprio l’obiettivo di una matura cultura del digitale è l’elemento che tiene insieme passato, presente e futuro e rende il lettore consapevole che “il meglio deve ancora arrivare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.